Ispirandoci ai principi dell’agricoltura naturale stilati dall’agronomo giapponese Masanobu Fukuoka e della coltivatrice spagnola Emilia Hazelip, coltiviami il nostro orto sinergico rispettando queste regole base di organizzazione del suolo:

  • nessuna lavorazione del terreno – poiché la terra si lavora da sola attraverso la penetrazione delle radici e l'attività di microorganismi, insetti, lombrichi ed altri piccoli animali;
  • nessun concime chimico – perché il suolo lasciato a se stesso conserva ed aumenta la propria fertilità;
  • nessun diserbo – perché le erbe indesiderate vengono solamente controllate ma non eliminate;
  • nessuna dipendenza da insetticidi o altri fitofarmaci – poiché se la natura viene lasciata a se stessa si instaura comunque un perfetto equilibrio.

Inoltre irrighiamo con un impianto goccia a goccia e consociamo le coltivazioni facendo crescere assieme almeno tre specie orticole diverse, erbe aromatiche e fiori commestibili.

Copyright © 2019. Tutti i diritti riservati.